sabato 12 novembre 2011

Scurrile

Ho appena cagato il mio intestino crasso.
E questo è parte del problema.
Chiamiamolo Danno.
Non sono gratuito, cazzo, questo preambolo mi serve per arrivare al punto.
Il mio dottore mi inquieta.
Dopotutto è un uomo che può esordire con "Buongiorno" e concludere un discorso con "Non inizi un libro troppo lungo".
Ma questo medico con dotto è qualcosa di più.

-Salve.
-Salve Carta, qual è il problema?
-Mi ha rubato la battuta d'entrata; ma, a parte questo, ho febbre alta da un paio di giorni e problemi di stomaco.
-Mmm, bene...

Bene?!?!?
Io cago a spruzzo e scaldo l'etere come un termosifone e questo sarebbe un bene?

-Type type type.

Batte i tasti del portatile con una violenza tale che penso che da un momento all'altro succeda questo:


O a me o a lui.


Borbotta qualcosa, l'idiota, che potrebbe essere "Lei ha un cancro, con metastasi ovunque", ma anche "Vola vola l'Ape Maia".
Mi schiaccia vari punti del cranio, per vedere se ho la sinusite, per vedere se è vero che premendo determinate zone la testa di un uomo esplode.

-Fa male?
-Intende oltre al dolore che mi provoca un palmo di mano che mi trapassa lo stomaco?

Lo so, è inutile e stupido lamentarsi dei medici, fanno di tutto per curarti.
Almeno spero, porca vacca.
Perché da come mi guarda, le rare volte che distoglie l'attenzione dallo schermo del computer, mi squadra come farebbe un cattivo di James Bond.

Finisce di scrivere\fare una cazzo di partita di solitario, mi da una fottuta vaschetta.
In cui travasare quella parte di me da cui mi separo solitamente una volta al giorno.
In poche parole: dovrò cagare in un bidet...
E vaffanculo, non c'è un cazzo da ridere.
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
Ora, fermatevi un attimo a pensare, magari rileggete pure.
Indovinate quale parola ho adottato?
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)
(...)

Avete sbagliato tutti, la parola che ho scelto è vulcaniano






P.s.: Questo post è stato scritto durante un delirio febbricitante, causato in parte anche dal fatto che blogger è andato a puttane ( niente video, niente formato di scrittura, niente cappuccino con brioches e sigaretta a fine post) , regolatevi di conseguenza...



Lunga vita e prosperità

12 commenti:

  1. La motivazione della scelta della parola è a prova di replica!
    (sappi che fino a qualche giorno fa "ecocatastrofe" era libera, metti che dopo l'albero vuoi proseguire nel filone "green")

    Sei infido! Tendi gli agguati anche dai cespugli delle etichette, accidenti a te.

    Ah, se non sai parlare l'aramaico, e se il medico stava canticchiando la sigla dell'Ape Maia e non muori a breve, sei perfetto per partecipare alla gara nel post di Mai Maturo (per simulare la balbuzie magari puoi sbronzarti oltremodo)
    :oD

    RispondiElimina
  2. In virtù della mia natura lo-lo-logica e po-poliglotta, ho po-potuto trovare il cesso con facilità, salvo poi quasi fallire pe-pe-pe-perdendomi in gongolamenti indotti dai miei ge-geni umani sopiti.
    Pericolo scampato, anche oggi la lavanderia di bordo si è salvata dal lavoro extra...

    RispondiElimina
  3. Certo che siete ganzi!
    Vi stimo fratelli!



    (squaraus)

    RispondiElimina
  4. e meno male che sei la Carta, pensa un po' se eri la Carta è finita.
    Ah il dottor Spock... vi svelerò un segreto... psss psss avvicinatevi... (è stato un mio soprannome, e un giorno saprete perché - si lo so che vivete pure senza ma io lo svelerò comunque, magari a Chi)

    @MM il tuo captcha vale la visita.

    RispondiElimina
  5. Io non adoro i trekky, ma per te potrei fare un'eccezione, per le scurrilità e tutto il resto. Ottimo blog, pace e prosperità, ci rivedremo presto ;)

    RispondiElimina
  6. L'ha cantata "vola l'ape maia" alla fine?

    RispondiElimina
  7. MM:
    Mai captcha fu più appropriato!

    Hombre:
    Avevi le orecchie a punta?

    Cawarfidae:
    Diciamo che sono un trekky passivo: molti miei amici hanno visto tutte le serie e me ne hanno parlato per anni, solo ora inizio a guardare qualcosa...

    Conte di Montenegro:
    No, ma non mi ha diagnosticato neanche un tumore, quindi va bene così.

    Tutti:
    Ok, non era proprio un espediente letterario la malattia: c'ho un po' di tutto...
    Niente di grave, solo che per un po' mi toccherà leggere i vostri post con il contagocce, tra un colpo di Maledizione di Montezuma e l'altro.
    E di questo mi dispiace.

    RispondiElimina
  8. Mi mandi affanculo se ti dico che io ho riso eccome?
    Comunque spesso si caga a spruzzo dopo aver tracannato troppo etilico (giusto per ricordarti la vecchia storia che tu mi hai detto di ricordarti ogni tanto...).
    Grazie per il linkaggio, bella eh l'immagine di qualcuno che caga nel bidet?!:)

    Vola vola volaaaa l'Ape Maiaaaaaa ♫♫♫♫
    (vivo nella speranza che la canti anche il mio medico).

    RispondiElimina
  9. Anche io ho riso (idealmente, non rido mai fisicamente).
    Peccato che poi hai rovinato tutto con la parola da te adottata, non per qualcosa, ma per l'astio profondo che nutro per 'Star Quello che è'.

    Lunga vita e prosperità, Carta

    RispondiElimina
  10. bellino. C'è un schifosissimo racconto di Palahniuk a proposito del prolasso intestinale. In Cavie, credo.

    RispondiElimina
  11. Orsa, Josef e lawiwipedialibera:
    Grazie a tutti e tre, la risata è libera ed apprezzata, anche quando è solo "ideale" :-)

    Hombre:
    Voglio le prove fotografiche!

    RispondiElimina