sabato 21 gennaio 2012

January has gone

C'è una canzone che fa così:


Chi ascolta gli In Flames sa quanto sia particolare.
Gennaio se ne va, ne sono felice.
Non ho mai contato i mesi, e giorni e gli anni in vita mia.
Io sono quello che in classe chiedeva sempre la data durante i temi, suppongo abbiate conosciuto qualcuno così.
Sarei contento di sbagliarmi.

Ho aspettato tutto il tempo la fine: partirò per la Polonia il 26, grazie all'iniziativa "Il treno della Memoria" organizzata dalla Terra del fuoco.
Fino all'ultimo mi sono riproposto di non scriverne, ma è una ventina di giorni che non scrivo altro.
Ci sono cose di cui non parlerò su questo blog.
Ecco, è una di queste.
Mi sono concesso quest'eccezione per sbloccami, tutto qui.
Scusate.

In questo mese ne sono successe di cose.

Ho scoperto come si possa parlare all'infinito di una nave che affonda, sviscerandola fino alle valvole più corrose dalla salsedine.
Ma di questo ne ha già parlato Josef K., meglio di quanto farei io ora qui.

Ho visto Sherlock Holmes: Gioco di Ombre.
Non è male, ma non ho una particolare voglia di fare una recensione, arrivo subito al sodo: è un film da birretta con amici, si lascia gustare, alcune scene sono esagerate alcune divertenti, vi direi di scaricarvelo da Megaupload o di guardarlo su Megavideo ma non ci sono più.
Anche di questo ho già parlato e scritto e discusso, graziatemi dal farlo anche qui.

Ve l'ho detto che sono in blocco, quindi concluderò su questa linea: quella delle cose a muzzo.
Ho fatto un casino di visualizzazioni mentre non scrivevo, la cosa mi fa pensare.
Forse devo stare un po' più zitto.

Vabbè, concludo qui, con una carrellata di cose epiche che ho visto sul TuTubo.


Emo Philips, niente da aggiungere.
È talmente bizzarro che non ci riuscirei neanche volendo. 



La versione cangiante di Micheal Jackson.
Ora ho vissuto.



Ringraziamo tutti in coro Cerex!


La versione originale di Pallar Anders Visa.




Edit ( Dieci-quindici minuti dopo la prima stesura) ( approvato dalla Donna Camel):

Ho battuto la testa raccogliendo una penna sotto la scivania e tra le bestemmie ho avuto un'illuminazione.
Rubo il lavoro alla Donna Camel ( scusa, c'è crisi ) e vi propongo un Eds: recensite qualcos'altro.
Le regole sono semplici, sono dettate da un trauma cranico, figuratevi:

1. Per qualcos'altro intendo qualsiasi cosa a cui normalmente non viene tributata una recensione.
2. Inventate una regola a vostra scelta, chi scrive dopo di voi decide se adeguarcisi o meno.

Linkate in fondo al vostro post le recensione altrui, le regole aggiunte, magari anche quelle che avete scartato, fate un po' come vi pare.
Avete tempo fino al 2 febbraio!

Ed ecco i partecipanti:

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

- Hombre con "Il peposo dei Fornacini", non mangiate sul post che si infilano le briciole tra i Pokemon.
- Ed ecco Menocchio, "una truffa ridicola", forse le figurine, forse l'iscrizione.
- To be continued, spero

16 commenti:

  1. E poi ci sarebbe questo, questo, questo e questo.
    Ma poi diventava tutto un video...

    Scusate la pochezza, ci si vede a febbraio!
    Se mi ricordo quand'è...

    RispondiElimina
  2. Sarebbero, non sarebbe.
    Ho studiato troppo latino, ora per tutti gli elenchi uso il verbo al singolare...
    Mamma mia se mi ha rovinato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le lingue morte sono letali per definizione.

      Elimina
  3. Sherlock Holmes mi è piaciuto. Peccato solo che Rachel McAdams sia durata solo mezz'ora! E vestita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stessa critica, voglio indietro i soldi del biglietto!!!

      Elimina
  4. Quelli di Pingu, Emo e di google li ho già visti. Per gli altri rimedierò, ora non ho voglia di stoppare la musica.
    Dai torna a scrivere quando cazzo ne avrai voglia, non farti assillare. Bello anche l'eds, però potresti partire a scriverlo tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci proverò, ma devo trovare il tempo materiale...

      Elimina
  5. Eds? per lanciare un EDS devi essere maggiorenne, o maggiorata.
    cmq recensirò l'ultima opera di Gianna Michaels: sotto la quarta non può essere vero amore (cit.)

    RispondiElimina
  6. Io approvo, come potrei non. Il copyright vallo a chiedere a Queneau, quello del diario intimo di ma anche quello degli esercizi di stile: mi sa che è merto da un tot, forse è scaduto, forse l'aveva pubblicato con creative commons: conoscendo il tipo ci giurerei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. morto, morto: l'avevo scritto giusto sossicura, me l'ha cambiato il tuo blog che è diabbolico.
      (Già che ci sono: pingu l'avevo visto giorni fa su bizzarro bazar, frequenti?)

      Elimina
    2. È Cerex che me l'ha segnalato.
      Mi son fatto un giro da quelle parti e devo dire che il nome del blog non è di certo portatore di false promesse :-)

      Elimina
  7. Quello che ti ha segnalato il video di pingu è un grande!

    RispondiElimina
  8. recensione cotta e mangiata.

    RispondiElimina
  9. Bellissimo!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie anche per il commento dio oggi :-D

    CIAO!!!

    RispondiElimina